Statuto della Famiglia Internazionale

Quinta edizione

Capitolo I: Scopo essenziale

Lo scopo essenziale (la missione) della Famiglia Internazionale è di:

  • Condividere la buona novella dell’amore, della verità e della salvezza offerteci da Dio. Tradurre l’amore divino in azione, in modo tale da portare un po’ dell’essenza divina nello spirito di qualcuno e portare la gente alla scoperta di un rapporto personale con Gesù.
  • Cercare di migliorare la qualità della vita spirituale degli altri. Condividere la Parola di Dio e le sue verità per arricchire la loro vita. Mettere in pratica i principi spirituali per aiutare a supplire ai bisogni degli altri, spirituali o pratici che siano.
  • Fornire un ambiente che generi fede. Sostenere e assistere i singoli individui a crescere nel loro rapporto personale con Gesù e nei loro sforzi di condividere l’amore di Dio e la sua verità con il prossimo, secondo la chiamata rivolta loro dal Signore.

Capitolo II: I membri

Articolo 1

La combinazione di dottrine di fondo, valori di fondo e obiettivi di fondo della Famiglia Internazionale costituisce i principi guida che dirigono e ispirano la Famiglia Internazionale (LFI) come organizzazione e i suoi membri come singoli individui. I suoi principi guida rappresentano la motivazione dei membri per vivere la loro fede e la loro dedizione a Dio, come risposta alla chiamata del Grande Mandato. Questi principi danno ai suoi membri l’ispirazione e la sicurezza per mettere in pratica i propri sogni e i propri piani per Dio; di agire in base alla volontà divina nella propria vita, qualsiasi strada o carriera li spinga a intraprendere; di crescere nella fede, nelle dottrine e nel discepolato cristiano, o nel servizio missionario; di trovare mezzi efficaci per partecipare alla missione della Famiglia Internazionale e facilitarla.

Articolo 2

Un nuovo membro della Famiglia Internazionale:

  1. Ha ricevuto Gesù Cristo come suo salvatore personale.
  2. Ha diciotto anni o più.
    1. Una persona di sedici o diciotto anni, che voglia diventare membro della Famiglia Internazionale, può farlo con il consenso di almeno un genitore.
  3. Ha completato la “Procedura I: I nuovi membri” nelle “Procedure della Famiglia Internazionale”.

Articolo 3

La Famiglia Internazionale si riserva il diritto di rifiutare l’iscrizione a una persona le cui attività siano inconciliabili con l’affiliazione alla Famiglia o la cui condotta sia ritenuta incompatibile con essa.

Articolo 4

Un membro della Famiglia Internazionale è responsabile di:

  1. Accettare le dottrine comuni che definiscono la fede della Famiglia Internazionale, come elencate nella “Dichiarazione di fede della Famiglia Internazionale” e impegnarsi ad aumentare la propria comprensione di quei principi di fede.
  2. Modellare la propria vita sui principi racchiusi nei “Valori fondamentali della Famiglia Internazionale”.
  3. Coltivare un rapporto personale con Dio mediante la lettura della sua Parola, la comunione personale con Gesù e la preghiera.
  4. Comportarsi in maniera etica e onesta nella sua vita personale e professionale e astenersi da attività che influiscano negativamente sull’immagine della Famiglia Internazionale o sulla sua missione.
  5. Partecipare o facilitare la missione della Famiglia Internazionale.
  6. Dare mensilmente la decima delle sue entrate o un’offerta alla Famiglia Internazionale o a un altro membro che dia la decima.
  7. Fare un rapporto mensile direttamente, o tramite un altro membro che abbia acconsentito a farlo per lui o lei.

Articolo 5

  1. Un membro della Famiglia Internazionale che ha figli è responsabile di: amarli e prendersene cura; crescerli in maniera moralmente giusta; impartire loro una conoscenza di Dio; assicurarsi, entro le proprie possibilità, che le loro esigenze fisiche, educative spirituali, mediche ed emotive siano soddisfatte; proteggerli da ogni forma di abuso, che sia fisico, sessuale o emotivo.
  2. Il benessere e la protezione dei bambini è di vitale importanza per la Famiglia Internazionale. Tutti i membri sono tenuti a rispettare le linee di condotta indicate nella “Politica di protezione del bambino nella Famiglia Internazionale”.

Articolo 6

Un membro della Famiglia Internazionale ha diritto di scelta personale, di autodeterminazione e di espressione su ogni soggetto, comprese la propria partecipazione alla missione e la sua facilitazione, e sul modo di vivere la propria fede.

Articolo 7

  1. Un membro della Famiglia Internazionale deve ricevere il consenso dell’ufficio affari pubblici internazionali prima di impegnarsi in contratti legali in nome della Famiglia Internazionale, o di partecipare in suo nome a interviste, documentari, siti web, forum online, film, libri, confutazioni verbali o scritte, comunicati stampa o articoli a livello nazionale o internazionale.
  2. Un membro della Famiglia Internazionale deve ricevere il consenso dell’ufficio affari pubblici internazionali prima di pubblicare online o distribuire le pubblicazioni della Famiglia Internazionale che non siano designate per il pubblico.

Articolo 8

Un membro della Famiglia Internazionale è soggetto alle leggi del paese in cui risiede.

Articolo 9

La qualifica di membro della Famiglia Internazionale può essere revocata, d’accordo con la “Procedura III: Revoca della condizione di membro” nelle “Procedure della Famiglia Internazionale”, per:

  1. Continua trasgressione alle responsabilità di membro della Famiglia, come delineate in precedenza negli articoli 4 e 5.
  2. Condotta o attività dannose alla Famiglia Internazionale o alla sua missione, o alle opere missionarie e alle comunità dei membri di LFI.

Articolo 10

Un membro della Famiglia Internazionale sarà permanentemente scomunicato [espulso] dalla Famiglia in concordanza con la “Procedura IV: Scomunica” nelle “Procedure della Famiglia Internazionale”, per:

  1. Maltrattamenti e abusi sessuali o fisici nei confronti di un minore.
  2. Crimini gravi o azioni violente che mettono a repentaglio la vita di una persona.
  3. Attività che promuovono divisione, con l’intento di minare o danneggiare la Famiglia Internazionale.
    1. Nel caso di offese scismatiche minori, il membro può essere soggetto a revoca secondo l’articolo 9.2.
  4. Ai minori di 18 anni che abusano o maltrattano fisicamente o sessualmente un bambino, sarà permanentemente rifiutata l’adesione alla Famiglia Internazionale.

Capitolo III: Amministrazione

Articolo 1

Maria Fontaine e Peter Amsterdam sono i direttori spirituali e amministrativi di LFI. In questa funzione, sono responsabili di:

  1. Determinare i servizi forniti all’interno della struttura organizzativa della Famiglia Internazionale.
  2. Delineare, costituire o porre termine, secondo le necessità, ai diversi incarichi ufficiali nazionali o internazionali, agli organi consigliari e ai dipartimenti e agli incarichi all’interno dei Servizi di LFI.
  3. Costituire un consiglio per pronunciarsi su questioni associative e disciplinari da applicarsi in caso di cattivo comportamento dei membri.

Articolo 2

L’ufficio dei Servizi di LFI [TFI Services] gestirà le decime, le donazioni e le offerte mandate alla Famiglia Internazionale per sostenerne le pubblicazioni, i servizi e la struttura; per progetti o investimenti che favoriscano la missione della Famiglia Internazionale; e per prestare assistenza a progetti e membri delle missioni.

Capitolo IV: Opere missionarie dei membri di LFI

La Famiglia Internazionale (LFI) è una comunità cristiana internazionale impegnata nella diffusione del messaggio dell’amore di Dio a persone di tutto il mondo. Cerchiamo di portare speranza e rinnovamento spirituale mediante l’amore incondizionato di Gesù Cristo, che non conosce frontiere né barriere di razza, credo o condizione sociale. Ci sforziamo di fare la differenza nel nostro mondo, offrendo soluzioni spirituali alle sfide della vita e traducendo l’amore divino in azioni che esprimano bontà e compassione e migliorino la vita del prossimo. (Dichiarazione della missione della Famiglia Internazionale)

Articolo 1

I membri di LFI sono incoraggiati a impegnarsi in attività a scopo missionario, indicate in questo documento come opere missionarie.  L’opera missionaria di un membro di LFI è un progetto, una comunità, una congregazione, un’associazione o un’organizzazione, regolarmente registrata o no, fondata e/o gestita da un membro della Famiglia Internazionale.

Articolo 2

Un’opera associata a LFI:

  1. Mantiene uno standard professionale, come indicato in “Standard professionale per le opere missionarie dei membri di LFI”.
  2. S’impegna a restare in linea con i valori fondamentali e la dichiarazione della missione di LFI.

Articolo 3

Se le attività dell’opera missionaria di un membro di LFI violano lo Statuto della Famiglia Internazionale, può essere dissociata dalla Famiglia Internazionale secondo le “Procedure III: Revoca della condizione di membro” nelle “Procedure della Famiglia Internazionale”.

Appendice

Articolo 1

I documenti ufficiali sulle prassi e/o l’amministrazione della Famiglia Internazionale, che supplementano, sostengono, sono autorizzate o fanno riferimento a questo Statuto della Famiglia Internazionale, sono:

Articolo 2

Lo Statuto della Famiglia Internazionale, versione 5, e i suoi documenti di supporto sono entrati in vigore nell’agosto 2014.

Copyright © 1995, 1998, 2009, 2010, 2014 by The Family International

(Charter of the Family International — Italian)

La riproduzione di questo documento, anche in parte, non è consentita in nessuna forma senza il permesso scritto della Famiglia Internazionale.

The Family International